Art. 133 codice consumo - Garanzia convenzionale del produttore


Articolo 133 codice del consumo - Garanzia convenzionale del produttore a pagamento e non e differenza con quella ulteriore e legale


Ultimo aggiornamento del Codice dei Consumatori

Articolo 133 codice del consumo - Garanzia convenzionale del produttore a pagamento e non e differenza con quella ulteriore e legale - D.Lgs. 206/2005

Art. 133 Garanzia convenzionale

1. La garanzia convenzionale vincola chi la offre secondo le modalità indicate nella dichiarazione di garanzia medesima o nella relativa pubblicità.2. La garanzia deve, a cura di chi la offre, almeno indicare:
a) la specificazione che il consumatore è titolare dei diritti previsti dal presente paragrafo e che la garanzia medesima lascia impregiudicati tali diritti;
b) in modo chiaro e comprensibile l'oggetto della garanzia e gli elementi essenziali necessari per farla valere, compresi la durata e l'estensione territoriale della garanzia, nonchè il nome o la ditta e il domicilio o la sede di chi la offre.
3. A richiesta del consumatore, la garanzia deve essere disponibile per iscritto o su altro supporto duraturo a lui accessibile.
4. La garanzia deve essere redatta in lingua italiana con caratteri non meno evidenti di quelli di eventuali altre lingue.
5. Una garanzia non rispondente ai requisiti di cui ai commi 2, 3 e 4, rimane comunque valida e il consumatore può continuare ad avvalersene ed esigerne l'applicazione.


Rinvio al commento: Della differenza che intercorre tra la garanzia convenzionale a pagamento o meno rilasciata dal produttore conosciuta anche con la nomenclatura di "commerciale" e quella legale ed ulteriore ci siamo già occupati nel commento dell'art. 128 al quale rinviamo per ulteriori approfondimenti: art. 128 codice del consumo




articolo 132articolo 134Segnala problema

Art. 133 codice del consumo