Art. 67 sexies decies codice consumo - Comunicazioni non richieste e registro delle opposizioni


Articolo 67 sexies decies codice del consumo - Comunicazioni non richieste previo consenso del consumatore con e senza dispositivi automatici e registro delle opposizioni


Ultimo aggiornamento del Codice dei Consumatori

Articolo 67 sexies decies codice del consumo - Comunicazioni non richieste previo consenso del consumatore con e senza dispositivi automatici e registro delle opposizioni - D.Lgs. 206/2005

Art. 67-sexies decies Comunicazioni non richieste

1. L'utilizzazione da parte di un fornitore delle seguenti tecniche di comunicazione a distanza richiede il previo consenso del consumatore:
a) sistemi di chiamata senza intervento di un operatore mediante dispositivo automatico;
b) telefax.
2. Le tecniche di comunicazione a distanza diverse da quelle indicate al comma 1, quando consentono una comunicazione individuale, non sono autorizzate se non è stato ottenuto il consenso del consumatore interessato.
3. Le misure di cui ai commi 1 e 2 non comportano costi per i consumatori.
3-bis. E' fatta salva la disciplina prevista dall'articolo 130, comma 3-bis, del codice in materia di protezione dei dati personali, di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, e successive modificazioni, per i trattamenti dei dati inclusi negli elenchi di abbonati a disposizione del pubblico. (1)

(1) Il comma inserito 3 bis è stato inserito dal decreto legge n. 70 del 13 maggio 2011, convertito in legge di conversione n. 106 del 12 luglio 2011.


Articolo commentato: L'art. 67-sexies decies si riferisce a quelle situazioni, note come tecniche di vendita a distanza, alle quali ognuno di noi avrà, almeno una volta, avuto esperienza personale: l'esempio più tipico, ex comma 1 lett. a), è lo squillo del telefono rispondendo al quale c'è una voce pre-registrata o un operatore che ci vuole vendere qualcosa, oppure ex comma 2 quelle effettuate tramite posta cartacea o elettronica. In tutti i casi, dicono di prendere i nostri nominativi da pubblici registri, ed in parte è vero. Il più famoso tra questi è sicuramente l'elenco telefonico, talaltro presente in rete (se provate a digitare il vostro numero di tel. fisso su google lo troverete!). Per porre fine a contatti indesiderati il Dpr. 178/2010, relativamente agli elenchi telefonici, ha istituito il Registro delle Opposizioni nel quale l'azienda che ha intenzione di contattare i consumatori (quasi tutte) è obbligata a iscriversi. L'iscrizione del consumatore al Registro delle Opposizioni è invece facoltativa e serve solo ad eliminare i contatti da qualsiasi operatore telefonico ex comma 1 lett. a). In definitiva, al cittadino consumatore che vuole evitare contatti indesiderati che propongono offerte di vendita basterà iscriversi gratuitamente al Registro delle Opposizioni. Questo il link: Registro delle Opposizioni.
La iscrizione nel registro delle opposizioni è purtroppo l'unica via percorribile per evitare chiamate indesiderate come si evince dal comma 3-bis dell'art. 130 del Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali noto come Codice della Privacy a cui il presente comma 3-bis rinvia. Riportiamo il testo integrale del comma 3-bis Codice della Privacy:


"... 3-bis. In deroga a quanto previsto dall'articolo 129, il trattamento dei dati di cui all'articolo 129, comma 1, mediante l'impiego del telefono e della posta cartacea per le finalità di cui all'articolo 7, comma 4, lettera b), è consentito nei confronti di chi non abbia esercitato il diritto di opposizione, con modalità semplificate e anche in via telematica, mediante l'iscrizione della numerazione della quale è intestatario e degli altri dati personali di cui all'articolo 129, comma 1, in un registro pubblico delle opposizioni... "




articolo 67 quinquies deciesarticolo 67 septies deciesSegnala problema

Art. 67 sexies decies codice consumo