Art. 67 vicies semel codice del consumo - Inversione onere della prova


Articolo 67 vicies semel codice del consumo - Divieto di inversione dell'onere della prova


Ultimo aggiornamento del Codice dei Consumatori

Articolo 67 vicies semel codice del consumo - Divieto di inversione dell'onere della prova - D.Lgs. 206/2005

Art. 67-vicies semel Onere della prova

1. Sul fornitore grava l'onere della prova riguardante:
a) l'adempimento agli obblighi di informazione del consumatore;
b) la prestazione del consenso del consumatore alla conclusione del contratto;
c) l'esecuzione del contratto;
d) la responsabilità per l'inadempimento delle obbligazioni derivanti dal contratto.
2. Le clausole che hanno per effetto l'inversione o la modifica dell'onere della prova di cui al comma 1 si presumono vessatorie ai sensi dell'articolo 33, comma 2, lettera t).


Articolo commentato: Il divieto di inversione dell'onere della prova presunto vessatorio (iuris tantum) espresso dal comma 2 dell'art. de quo è inserito nella sezione IV-bis talchè lascierebbe intendere che al di fuori dei rapporti regolati nella presente sezione sarebbe possibile invertire l'onere della prova ma non è proprio cosi. Infatti, è sempre il cit. comma due che rinvia alla lett. t) comma 2 dell'art. 33 laddove in questa norma il divieto di inversione dell'onere della prova ha carattere generale in quanto applicabile, appunto, ai "contratti in generale" (Titolo I). Mentre, l'inversione dell'onere della prova è presente proprio nel secondo comma dell'art. 33 laddove descrive come vessatorie le clausole fino a prova contraria... in questo caso spetterà al professionista-finanziatore provare che aver invertito l'onere della prova non è da considerarsi vessatorio (cfr. art. 33 cod. cons.).




articolo 67 veciesarticolo 67 vicies bisSegnala problema

Art. 67 vicies semel codice consumo