Art. 70 codice consumo - Pubblicità del contratto di multiproprietà


Articolo 70 codice del consumo - Pubblicità del contratto di multiproprietà e divieto di commercializzarlo come investimento


Ultimo aggiornamento del Codice dei Consumatori

Articolo 70 codice del consumo - Pubblicità del contratto di multiproprietà e divieto di commercializzarlo come investimento - D.Lgs. 206/2005

Art. 70 Pubblicità

1. Se un contratto di multiproprietà, un contratto relativo a un prodotto per le vacanze di lungo termine o un contratto di rivendita o di scambio viene offerto al consumatore in persona nell'ambito di una promozione o di un'iniziativa di vendita, l'operatore indica chiaramente nell'invito lo scopo commerciale e la natura dell'evento. Le informazioni di cui all’articolo 71, comma 1, sono a disposizione del consumatore in qualsiasi momento durante l'evento.
2. E' fatto obbligo all'operatore di specificare in ogni pubblicità la possibilità di ottenere le informazioni di cui all’articolo 71, comma 1, e di indicare le modalità sul come ottenerle.
3. Una multiproprietà o un prodotto per le vacanze di lungo termine non sono commercializzati o venduti come investimenti.


Articolo commentato Vogliamo porre l'attenzione del lettore sul rapporto che intercorre tra il comma 3 dell'art. 70 e la natura giuridica della multiproprietà. Sappiamo che scorrono fiumi di parole sulla controversissima natura giuridica della multiproprietà: non ne vogliamo aggiungere altre. Quello che è sicuro è che dal maggio del 2011 (introduzione del d.lgs. n. 79/2011), tutto si può dire della multiproprietà tranne che sia un investimento. Invero, presentarlo come tale era una tecnica persuasiva da parte degli agenti venditori i quali, pur di vendere, spacciavano la multiproprietà come un vero investimento. Oggi, ciò è vietato anche se, almeno oralmente, continua a essere presentata come un modo per investire i propri soldi. Ma non è così. O perlomeno non è così per il legislatore. Che dire della natura giuridica della multiproprietà... Daremo una definizione "sporca" e sintetica, che difficilmente troverete in altre parti, la quale esce dai meandri del lessico giuridico per immergersi in quello pratico e diretto: la multiproprietà è una locazione perpetua di una casa vacanza godibile o cedibile dietro corrispettivo solo in un certo periodo dell'anno. Semplice! E' inteso, che la predetta definizione non è diretta al giurista il quale potrebbe trovare cento, mille motivi per contestarla (ne siamo a conoscenza), ma è indirizzata ai "non addetti ai lavori" ai quali sin d'ora poniamo il seguente interrogativo: comprare una multiproprietà o pagarsi una casa vacanza anno dopo anno ? Considerate che potrebbero passare 20-25 o più anni per ammortizzare una multiproprietà ubicata in una zona prestigiosa e/o ad alta affluenza turistica nonchè nel periodo di alta stagione... Non è facile decidere. E' bene meditare sul da farsi! Anche perchè multiproprietà non significa vacanza gratis, neanche l'alloggio è gratis perchè vi sono dei costi accessori da pagare durante la settimana prescelta, oltre, naturalmente, il vitto ed il viaggio che sono comunque a carico del "locatario".




articolo 69articolo 71Segnala problema

Art. 70 codice consumo