Art. 75 codice consumo - Divieto di acconti garanzie riconoscimento di debito


Articolo 75 codice del consumo - Divieto di acconti garanzie o altro riconoscimento di debito prima della scadenza del termine di recesso


Ultimo aggiornamento del Codice dei Consumatori

Articolo 75 codice del consumo - Divieto di acconti garanzie o altro riconoscimento di debito prima della scadenza del termine di recesso - D.Lgs. 206/2005

Art. 75 Acconti

1. Per i contratti di multiproprietà, relativi a prodotti per le vacanze di lungo termine e di scambio è vietato qualunque versamento di danaro a titolo di acconto, prestazione di garanzie, l'accantonamento di denaro sotto forma di deposito bancario, il riconoscimento esplicito di debito od ogni altro onere da parte di un consumatore a favore dell'operatore o di un terzo prima della fine del periodo di recesso in conformità dell'articolo 73.
2. Per i contratti di rivendita è vietata qualunque forma di versamento di denaro a titolo di acconto, prestazione di garanzie, l'accantonamento di denaro sotto forma di deposito bancario, il riconoscimento esplicito del debito od ogni altro onere da parte di un consumatore a favore dell'operatore o di un terzo prima che la vendita abbia effettivamente luogo o che sia posta fine in altro modo al contratto di rivendita.


Articolo commentato: L'art. 75, rispettivamente al comma 1 e 2 distingue due ipotesi di divieto di acconto, garanzie o altro riconoscimento di debito nei confronti del venditore-operatore: 1) multiproprietà, vacanze di lungo termine e scambio: per questi, il divieto cessa con lo scadere del termine di recesso, quindi dopo la conclusione del contratto (cfr. lett. a) e b) comma 2 art. 73); 2) rivendita: per questa il divieto di dare acconti e/o prestare garanzie etc. cessa con l'effettiva conclusione del contratto.




articolo 74articolo 76Segnala problema

Art. 75 codice consumo