Precedente art. 65 codice del consumo - Decorrenza dei termini e recesso di 60 e 90 giorni


Precedente articolo 65 codice del consumo - Decorrenza dei termini e recesso di 60 e 90 giorni


Ultimo aggiornamento del Codice dei Consumatori

Precedente articolo 65 codice del consumo - Decorrenza dei termini e recesso di 60 e 90 giorni - D.Lgs. 206/2005

Art. 65 (NB: 1) Decorrenze

1. Per i contratti o le proposte contrattuali negoziati fuori dei locali commerciali, il termine per l'esercizio del diritto di recesso di cui all'articolo 64 decorre:
a) dalla data di sottoscrizione della nota d'ordine contenente l'informazione di cui all'articolo 47 ovvero, nel caso in cui non sia predisposta una nota d'ordine, dalla data di ricezione dell'informazione stessa, per i contratti riguardanti la prestazione di servizi ovvero per i contratti riguardanti la fornitura di beni, qualora al consumatore sia stato preventivamente mostrato o illustrato dal professionista il prodotto oggetto del contratto;
b) dalla data di ricevimento della merce, se successiva, per i contratti riguardanti la fornitura di beni, qualora l'acquisto sia stato effettuato senza la presenza del professionista ovvero sia stato mostrato o illustrato un prodotto di tipo diverso da quello oggetto del contratto.
2. Per i contratti a distanza, il termine per l'esercizio del diritto di recesso di cui all'articolo 64 decorre:
a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore ove siano stati soddisfatti gli obblighi di informazione di cui all'articolo 52 o dal giorno in cui questi ultimi siano stati soddisfatti, qualora ciò avvenga dopo la conclusione del contratto purchè non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa;
b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto o dal giorno in cui siano stati soddisfatti gli obblighi di informazione di cui all'articolo 52, qualora ciò avvenga dopo la conclusione del contratto purchè non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa.
3. Nel caso in cui il professionista non abbia soddisfatto, per i contratti o le proposte contrattuali negoziati fuori dei locali commerciali gli obblighi di informazione di cui all'articolo 47, ovvero, per i contratti a distanza, gli obblighi di informazione di cui agli articoli 52, comma 1, lettere f) e g), e 53, il termine per l'esercizio del diritto di recesso è, rispettivamente, di sessanta o di novanta giorni e decorre, per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore, per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto.
4. Le disposizioni di cui al comma 3 si applicano anche nel caso in cui il professionista fornisca una informazione incompleta o errata che non consenta il corretto esercizio del diritto di recesso.
5. Le parti possono convenire garanzie più ampie nei confronti dei consumatori rispetto a quanto previsto dal presente articolo.


(NB: 1) Il presente articolo 65 è rimasto in vigore fino al 12 giugno 2014, dal giorno dopo verrà sostituito dal nuovo art. 65 come disposto dal d. lgs. n. 21/2014 già da noi pubblicato: nuovo art. 65 codice del consumo - Divieto e rimborso di pagamenti supplementari non espressi

Articolo coordinato: Le regole che dal giugno 2014 rimpiazzeranno il presente art. 65 sono inserite in parte nel nuovo art. 52 codice consumo - diritto di recesso nei contratti a distanza o negoziati fuori dei locali commerciali dove delinea da quando iniziano a decorrere i nuovi termini del recesso e dal nuovo art. 53 codice consumo - non adempimento dell'obbligo d'informazione sul diritto di recesso dove si evince il termine più lungo ma unico che sostituirà quelli di 60 giorni e di 90 giorni.

Perchè è importante una legge abrogata ?




articolo 64articolo 66Segnala problema

Vecchio art. 65 del CdC