Home Page Prestiti Online by CalcolaOnline.com

Prestiti pensionati oltre 90 anni


Finanziamenti e prestiti per pensionati oltre 90 anni: come ed a quali condizioni ottenerli



Finanziamenti e prestiti a pensionati oltre 90: è possibile ottenerli nel 2021? Abbiamo già trattato parte della tematica laddove abbiamo descritto la forma di finanziamento destinata per antonomasia ai pensionati cioè la cessione del quinto della pensione. Abbiamo altresì spiegato le motivazioni, presenti su prestiti a pensionati over 75 80 85 e fino a 90 anni, per le quali l'attuale sistema impedisce di cedere la pensione oltre i 90 anni compiuti, ma anche a poterlo fare, abbiamo spiegato i motivi per i quali la cessione costa carissima. In questa sede, indicheremo alcuni sistemi e le relative condizioni che permettono di erogare prestiti a pensionati di oltre 90 anni. Da questo punto di vista, consideriamo che queste forme di credito prendono anche il nome di prestiti pensionati senza limiti di età oppure senza cessione del quinto. Vediamo quali sono.

Prestiti pensionati oltre 90 anni: le alternative. Chi ha superato la veneranda età dei 90 anni ed ha proprio bisogno per sè o, come spesso accade, per i familiari un finanziamento può finanziarsi nei seguenti modi. Un primo modo, quello più semplice e veloce è il prestito personale per pensionati ma ad una condizione: la presenza necessaria, imprescindibile di un terzo garante il quale, com'è intuibile, dovrà continuare il pagamento delle rate nel caso in cui si verifichi la morte del pensionato prima che il finanziamento sia stato interamente pagato. Un altro sistema attraverso il quale finanziare un pensionato di oltre 90 anni è il prestito ipotecario sulla casa e che presume la titolarità, cioè la proprietà di un immobile, non necessariamente una casa in quanto una banca può accettare in garanzia pure un terreno, un box auto, etc. Però, anche con questa soluzione, l'ultranovantenne avrà bisogno di un garante, anzi a maggior ragione, visto che, di solito, un finanziamento ipotecario viene attuato tramite un mutuo. Quella del finanziamento garantito da ipoteca, a nostro parere, è la migliore soluzione laddove il garante sia un familiare, magari chi erediterà proprio quell'immobile dato in garanzia. A questa conclusione si arriva, analizzando l'ultima soluzione che segue.

Prestiti per pensionati oltre 90 anni aderendo al cosiddetto prestito vitalizio ipotecario. E', forse, l'ultima delle soluzioni ma di sicuro la più gravosa non tanto per il pensionato (anzi) ma per gli eventuali eredi di questo. Brevemente, un pensionato che abbia una casa di proprietà può accendere questo tipo di finanziamento senza addirittura bisogno di garanti nè altre forme di garanzie: basta solo la casa. Pensate che, a differenza di altri tipi di finanziamento, potrebbe scegliere o di pagare delle rate leggere in quanto formate solo da interessi passivi oppure neanche quelle. Tuttavia, il prestito vitalizio, dovrà essere pagato: quando? Precisamente e per contratto, dopo la morte del pensionato! Ma chi dovrà pagarlo? Beh, gli eredi, i quali, non essendo obbligati, o pagano il prestito con tutti ed eventuali interessi oppure la banca metterà in vendita l'immobile per soddisfarsi col ricavato. Altre info od altre forme di finanziamento per pensionati oltre 90 anni, consultare prestiti pensionati oltre 90 anni. Alla fine, qualunque sia la forma di credito scelta dal novantenne, sarebbe opportuno, prima, parlarne con i parenti. Correlate: finanziamenti a pensionati senza cessione del quinto




Prestiti pensionati oltre 90 anni